Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Varie
 Università, Orientamento, Lavoro
 post LM Biologia Molecolare e Cellulare?
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Università e Lavoro: Siti di Università - enti di ricerca e Lavoro Ultime notizie

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

Paola94
Nuovo Arrivato



4 Messaggi

Inserito il - 12 settembre 2017 : 16:54:12  Mostra Profilo Invia a Paola94 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti! Sono una studentessa all'inizio del secondo ed ultimo anno di Biologia Molecolare e Cellulare (=quinto anno di università), ho 23 anni. Dovrei laurearmi tra circa un anno (credo luglio o settembre). Probabilmente ci sono già altre discussioni a riguardo, ma mi sembra risalgono a vari anni fa e quindi non saprei se la situazione oggi sia diversa o meno: ho alcuni dubbi riguardo cosa fare come occupazione futura. Di conseguenza, ho dubbi riguardo cosa fare subito dopo la laurea (dottorato / scuola di specializzazione / master / esame di stato / o cercare direttamente lavoro??). E tra l'altro ciò potrebbe anche influenzare la mia scelta circa l'argomento di tesi cosa di cui appunto mi dovrei iniziare ad occupare a breve. Perciò sono abbastanza preoccupata e un po' in ansia e credo che per fare una scelta, non dico giusta, ma per lo meno sensata a riguardo, dovrei prima chiarirmi le idee su cosa mi piacerebbe fare a lungo termine. Per questi motivi mi piacerebbe ricevere qualche consiglio ed ascoltare esperienze e pareri di chi è più esperto di me in questo settore. Anche se poteste consigliarmi altre risorse in rete (e non) per ampliare le mie conoscenze in questi termini ve ne sarei molto grata. Il punto è che a me piacerebbe lavorare qui in Italia, sono disposta a fare alcuni anni di studio/tirocinio/lavoro all'estero provvisoriamente, ma sento di desiderare di avere qui in Italia il mio lavoro definitivo. Fino a poco fa avevo l'idea di fare un dottorato di ricerca poiché secondo me quello del ricercatore è davvero un lavoro molto bello per tantissimi motivi, oltre al fatto che sembra essere la strada più ovvia che tutti i miei colleghi ecc desiderano seguire dopo la laurea. Tuttavia adesso che davvero si avvicina la fine degli studi penso che più di tutto mi piacerebbe avere un'occupazione che mi dia stabilità economica (ovviamente non pretendo questo nell'immediato futuro post-laurea, ma neanche dopo "cento" anni!). Con questo non dico che desidero diventare straricca (altrimenti non avrei scelto questa facoltà università in base alla mia passione, ma in base ad altro - anche se penso che in Italia questo sia un problema legato non solo alla facoltà di Biologia, ma anche a molte altre!), ma credo di meritare questa stabilità economica come tutte le persone che hanno studiato molti anni, con impegno, per accrescere le proprie conoscenze e per specializzarsi. Ovviamente so che dovrò continuare ad impegnarmi e lavorare sodo (non sto dicendo che tutto mi è dovuto solo perchè ho una laurea), ma questo non credo sia un problema per me perchè sento di aver voglia di fare e di impegnarmi nei miei compiti (a patto che trovi un minimo stimolante e gratificante il lavoro che svolgo), come tra l'altro ho fatto in questi anni all'università (perchè mi appassionava molto ciò che studiavo). Da quanto ho potuto capire, in ambito universitario questa stabilità economica arriverebbe veramente in età ""avanzata"" (sempre se avessi realmente le capacità per intraprendere questo percorso!). Quello che vorrei chiedervi è: lo stesso vale per quanto riguarda la ricerca in ambito privato quindi in aziende ecc? Invece la scuola di specializzazione aperta ai non-medici (es: genetica medica) la si inizia per poter fare che tipo di lavoro dopo? Questo non mi è molto chiaro Quali potrebbero essere altre occupazione per un biologo non-utopiche? Da qualche parte in questo forum ho letto di "giornalismo scientifico" (ho letto anche sul sito della mia università di una laureata in biologia che ora lavora come responsabile editoriale per il settore scientifico per una casa editrice, non so se le due cose abbiamo tra loro una qualche analogia), qualcuno sa dirmi di più? Di cosa si tratta e come diventare un giornalista scientifico? Ho letto anche di Biologi Forensi - consulenti giudiziari (liberi professionisti) che lo sono diventati dopo aver fatto alcuni anni di perfezionamento all'estero. Lo trovo un aspetto molto interessante, qualcuno saprebbe gentilmente dirmi di più anche su questo? Grazie in anticipo a tutti e scusate se sono stata prolissa!

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6561 Messaggi

Inserito il - 12 settembre 2017 : 18:13:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
prima cosa da fare: esame di stato. Qualsiasi cosa farai, nella peggiore delle ipotesi sarà stato inutile, molto più probabilmente invece ti sarà richiesto per l'iscrizione all'albo e potrai lavorare da biologa (no, "fare ricerca" non è lavoro da biologi, per questo non c'è bisogno dell'esame di stato)

Cosa può fare un biologo? Allora, come "chiunque", ovvero senza esame di stato:
ricerca in qualsiasi ambito
divulgazione scientifica
qualità alimentare, aziendale e simili

come biologo invece i lavori che puoi fare sono vari e sono elencati nell'ultimo dossier sulla professione dell'ENPAB, che riguarda solo i liberi professionisti ma che dà l'idea del ventaglio di possibilità (pagg 12-21 https://enpab.it/images/magazine/ENPAB-Mag-3-4-2016_Ok.pdf).

La scuola di specializzazione ti serve per entrare nella sanità pubblica, ovvero per vincere un fantomatico concorso per biologi in un qualche ospedale o clinica. Il dottorato ti serve per fare carriera universitaria. I master in teoria ti dovrebbero dare un know-how pratico per lavorare con aziende private o per insegnarti un lavoro (tipo "nutrizionista"). Farsi assumere è abbastanza difficile, è più probabile aprire partita IVA e iscriversi a ENPAB per la pensione. Per il resto, qualsiasi cosa tu faccia, scordati di finire di studiare dopo la magistrale.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?

Giuliano Parpaglioni
Biologo Nutrizionista
Torna all'inizio della Pagina

Paola94
Nuovo Arrivato



4 Messaggi

Inserito il - 12 settembre 2017 : 20:27:06  Mostra Profilo Invia a Paola94 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La ringrazio molto per le sue risposte ed i suoi chiarimenti, è stato molto gentile. Sì, immaginavo che fine della magistrale non fosse uguale a finire di studiare! Ma non è questo che mi preoccupa! Mi piace studiare e soprattutto in questo ambito.

Dalla sua parola "fantomatico concorso per biologi" deduco che siano molto rari questi concorsi, giusto? Supponendo che sia invece una cosa reale, giusto per capire, come biologo che ha superato l'esame di stato, non potrei quindi lavorare nella sanità pubblica senza aver prima frequentato la scuola di specializzazione?? Come fanno per esempio i tecnici di laboratorio biomedico? Cioè è necessaria la specializzazione anche se non voglio diventare il dirigente del laboratorio? Mi scusi se queste domande possono sembrare stupide o ignoranti.

Per quanto riguarda il privato, sempre nel campo della sanità, quindi tipo una clinica privata, invece è diverso? Non serve la specializzazione?

Avrei un'altra domanda. Quindi per fare ricerca in ambito non accademico non è necessario avere un dottorato di ricerca? Io sapevo che lo fosse, però non so se mi sbaglio o meno.

La frase "farsi assumere è abbastanza difficile" non ho ben capito a chi si riferisca. Alle aziende private in generale?

Grazie in anticipo
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6561 Messaggi

Inserito il - 12 settembre 2017 : 21:04:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
1) non azzardarti mai più a darmi del lei, non sono così vecchio (credo)
2) non c'è possibilità di lavorare nel pubblico se non come dirigenti con specializzazione. Per fare il tecnico devi avere il titolo di TSLB, non altri. Nel privato potresti, ma in pratica o prendono dirigenti che firmano (specialisti) oppure tecnici che sanno già lavorare. E per fare i dirigenti serve comunque l'iscrizione all'albo, quindi l'esame di stato, perché solo i biologi possono firmare i referti (e finché non fai l'esame di stato non sei biologa).

Non sono ferrato sulle possibilità di ricerca nel privato, di certo il PhD ti aiuta nel curriculum perché mostra che sai fare cose, ma non credo sia "necessario".

Farsi assumere, in Italia, è difficile anche se mandi il curriculum alla Coop o a McDonald.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?

Giuliano Parpaglioni
Biologo Nutrizionista
Torna all'inizio della Pagina

Paola94
Nuovo Arrivato



4 Messaggi

Inserito il - 12 settembre 2017 : 21:49:14  Mostra Profilo Invia a Paola94 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ok ti ringrazio!
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-14 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina