Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie


Nuovo Commento
SALVATORE (MISSIONAR

Utente non registrato
Inserito il   Segnala contenuto non adatto   Rispondi Quotando  Nuovo Commento 
Gli "idioti" del terrore si chiamano "cristiani"


Una delle piaghe bibliche al tempo di Mos fu la "mora del bestiame" a causa di pes(ilenza sugli animali (Esodo 9,6), ma l'uomo del terzo millennio dimentica in fretta la storia, pur se questi ama recarsi in Egitto come turista "affascinato" dalle Piramidi e dalla Sfinge (.)! L'epidemia aviaria che gi si affacciata in Europa (non dicevano che il virus era intrasmissile all'uiomo?) si prevede di notevoli proporzioni, anche perch saranno un p tutti i volatili i "portatori sani" del virus: se si pensa ai colombi di Venezia non credo di esagerare! Ma la cosa pi grave che dopo la virosi della "mucca pazza" del 2000, della "lingua blu" sugli ovini e adesso del "morbo dei polli", nessun luminare della scienza si chiede come mai tutti questi eventi si stiano moltiplicando in poco tempo; infatti, nel corso delle ultime 48 ore (dal 9 al 10 ottobre) sulla terra si son concentrati ben quattro "segni" dei tempi profetici di cui parla Cristo (Matteo 24, Luca 21, Marco 13): terremoto in Pakistan, inondazione in Guatenala, eclissi di sole, morbo dei polli). Se poi pensiamo a New Orleans spazzata via da Katrine e alle alluvioni estive in Svizzera, Croazia e Bulgaria e alle grandinate violente in Sicilia e Puglia di due giorni fa non possiamo che concludere che la Bibbia ha ragione in tutto! E se questo "terrorismo", mi si dica perch nessuna ricetta risolve il problema. E se neanche Padre Pio dall'aldil capace di avvisarci....., vuol dire che la cosa seria! Il buon senso degli Organi della OMS (e di Carlo) dovrebbe esere quello di investigare nelle scritture per trovarvi la soluzione. Che una soltanto: "conversione"!
(scrive un catechista convertito)

Leggi tutti i commenti (9)
1

Condividi con gli altriQueste icone servono per inserire questo post nei vari servizi di social bookmarking, in modo da condividerlo e permettere ad altri di scoprirlo.
  • digg
  • del.icio.us
  • OkNo
  • Furl
  • NewsVine
  • Spurl
  • reddit
  • YahooMyWeb

Scrivi il tuo commento