Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Colesterolo: valori a rischio per quasi 20 milioni di italiani

Vaso sanguigno ostruito


Ancora bassi i controlli periodici annuali

Sono circa 13 milioni gli italiani che dovrebbero curare con farmaci l'eccesso grassi nel sangue. Tuttavia sono i 20 milioni circa di concittadini con valori al limite dell'accettabile a preoccupare di più gli esperti. Ancora più uomini che donne, il 36 per cento contro il 33 per cento, ma le cifre si tendono a livellarsi quando le donne superano la soglia della menopausa, venendo del tutto meno l'effetto protettivo ormonale. Ancora bassi i controlli annuali del colesterolo nella popolazione. Meglio le donne, più di una donna su due controlla il colesterolo almeno una volta l'anno, solo quattro su dieci in media gli uomini. Questi i dati in discussione in occasione della giornata conclusiva del XXI Congresso Nazionale della Società Italiana per lo Studio dell'Aterosclerosi tenutosi in questi giorni a Perugia. Il colesterolo è uno dei principali, e più facilmente riscontrabili fattori di rischio cardiovascolare.

'I diversi livelli di colesterolo vanno trattati in modo distinto: afferma il professor Alfredo Cantafora, dell'Istituto Superiore di Sanità farmaci per le ipercolesterolemie serie (per livelli superiori a 240 mg/dl), stili di vita ed alimentazione corretta per tutti gli altri.
Tuttavia per quei 20 milioni di persone, con valori sulla soglia di rischio, il consiglio, oltre ad una dieta bilanciata e ad un po' di moto, è quello di adottare alimenti funzionali quali strumenti sicuri di controllo del colesterolo. Esistono infatti oggi alimenti arricchiti di steroli vegetali che garantiscono una riduzione significativa del colesterolo, pari a quasi il 5 per cento del colesterolo totale e del 10/15 per cento del colesterolo LDL già a partire dalla terza settimana di consumo.'

L'assorbimento del colesterolo, spiegano gli esperti, avviene in maniera sistemica nel corpo umano; lungo tutto l'asse che comprende nell'ordine fegato, l'epitelio biliare ed infine intestino. Le ipercolesterolemie serie vanno trattate con farmaci che agiscono principalmente sul fegato e sull'epitelio biliare. Per quelle più lievi il trattamento assolutamente non farmacologico è a livello dell'intestino. E' li che operano gli alimenti funzionali arricchiti di steroli vegetali. Gli ultimi studi e le Linee Guida della Società Internazionale di Aterosclerosi IAS, confermano infatti che un consumo giornaliero, all'interno di una dieta sana ed equilibrata ed uno stile di vita attivo, di 2 grammi di steroli vegetali consente una riduzione significativa dei livelli di colesterolo nel sangue. In pratica gli steroli vegetali rimpiazzano il colesterolo nelle micelle e ne riducono l'assorbimento intestinale: impegnando i recettori specifici del colesterolo. Gli steroli vegetali fanno in modo che il colesterolo, anziché essere assorbito, venga eliminato con le feci. Il consiglio dei medici è di assumerli subito dopo i pasti principali.

Redazione MolecularLab.it (30/11/2007)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: colesterolo
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Societ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy