Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Varie
 Università, Orientamento, Lavoro
 rivolta ricercatori ...qual è la situazione nelle varie uni?
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Università e Lavoro: Siti di Università - enti di ricerca e Lavoro Ultime notizie
Pagina Successiva

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione
Pagina: di 2

nashita
Utente

klimt
Prov.: Puglia


1085 Messaggi

Inserito il - 01 maggio 2010 : 22:33:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nashita Invia a nashita un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
VOrrei cercare di capire quello che sta succedendo in questi giorni, visto che i tg non ne parlano e anche su internet si legge pochissimo... ma che sta succedendo nelle università italiane? da noi quasi tutti i ricercatori hanno firmato riguardo al fatto che dal anno accademico prossimo (quindi a partire da questo settembre) non prenderanno la cattedra per l insegnamento ... Tra qualche giorno saranno sospese le lezioni per 3 gg, in alcune facoltà c è occupazione e si parla anche di chiusura dell università ( a mio parere mooolto improbabile) . Ma le motivazioni di tutto questo sono legate a cosa? Ai tagli? E perchè si sta concentrando tutto in questo periodo? Nelle altre città com è la situazione?

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2010 : 13:10:47  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sisi l' avevo letto...mi sembra il taglio dei fondi,alcuni non vorrebbero scendere in cattedra e sinceramente di alcuni ne sarei pure contento...rimanessero nei dipartimenti ihih!
questo periodo perchè forse si avvicina la fatidica classifica per merito!
se so che combinano da noi ti faccio sape,ma a chieti dubito non si sono mossi neanhe quando c' era lo sciopero!!!
Torna all'inizio della Pagina

nashita
Utente

klimt

Prov.: Puglia


1085 Messaggi

Inserito il - 03 maggio 2010 : 17:58:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nashita Invia a nashita un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
eh da noi la maggior parte sono ricercatori, quindi sarebbe un grosso problema...però questa rivolta è estesa anche a milano ho letto..quindi forse è un contesto che va oltre la classifica di merito (speriando che quest'anno sia veramente di merito)....
Torna all'inizio della Pagina

tesla
Utente

tesla



752 Messaggi

Inserito il - 03 maggio 2010 : 18:16:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di tesla  Rispondi Quotando
http://www.repubblica.it/cronaca/2010/04/29/news/i_ricercatori_pronti_a_mobilitarsi_ci_rifiuteremo_di_fare_lezione-3706343/
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 03 maggio 2010 : 18:50:19  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dai che tra un po' non ci saranno più tagli... perchè non ci saranno più soldi! (beh, si potrebbe pensare di chiedere ai ricercatori di pagare per lavorare, strano nessuno ci abbia ancora pensato)

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6924 Messaggi

Inserito il - 03 maggio 2010 : 19:10:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Dai che tra un po' non ci saranno più tagli... perchè non ci saranno più soldi! (beh, si potrebbe pensare di chiedere ai ricercatori di pagare per lavorare, strano nessuno ci abbia ancora pensato)



E' vero, non siamo ricercatori, ma noi che non stiamo in lab in effetti paghiamo per lavorare. Cosa può essere altrimenti la tassa dell'esame di stato praticamente inutile, visto che per il certificato che dimostra il tuo superamento dello stesso (indispensabile per l'iscrizione all'Ordine) devi ripagare una cifra praticamente pari?

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

nashita
Utente

klimt

Prov.: Puglia


1085 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2010 : 18:08:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nashita Invia a nashita un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie per il link tesla...perchè quando ho chiesto a chi proponeva occupazione mi hanno detto tutti motivi diversi... -_- ''
per cui volevo un pò di chiarezza...

Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Dai che tra un po' non ci saranno più tagli... perchè non ci saranno più soldi! (beh, si potrebbe pensare di chiedere ai ricercatori di pagare per lavorare, strano nessuno ci abbia ancora pensato)




ahahaha
Torna all'inizio della Pagina

tesla
Utente

tesla



752 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2010 : 18:23:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di tesla  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da nashita

grazie per il link tesla...perchè quando ho chiesto a chi proponeva occupazione mi hanno detto tutti motivi diversi... -_- ''
per cui volevo un pò di chiarezza...



Prego.

http://www.repubblica.it/scuola/2010/05/04/news/universit_una_settimana_di_blocco_i_ricercatori_per_noi_nessun_futuro-3818367/
Torna all'inizio della Pagina

nashita
Utente

klimt

Prov.: Puglia


1085 Messaggi

Inserito il - 07 maggio 2010 : 21:03:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nashita Invia a nashita un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie ancora...

stanno occupando un pò tutti i dipartimenti , bel caos anche per la didattica attuale e già abbiamo una carenza di organico docente...per cui non oso immaginare se questo decreto dovesse passare...
Torna all'inizio della Pagina

denise05
Nuovo Arrivato

Prov.: Parma
Città: parma


23 Messaggi

Inserito il - 08 maggio 2010 : 10:53:15  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di denise05 Invia a denise05 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
vi voglio purtroppo dire che la situazione è più grave di quello che voi pensate. io sono al quarto anno di biotecnologie mediche a modena e la situazione è la sguente: i ricercatori non hanno più intenzione di accettare il carico didattico che hanno dovuto sostenere negli ultimi anni, lasciando così l'ateneo privo della copertura necessaria per avviare i corsi con conseguente impossibilità da parte del rettore di avviare l'anno accademico. praticamente noi non facciamo la laurea e chi è ai primi anni non può proseguire. la loro protesta è giustissima e non riguarda i fondi: i poveri ricercatori negli ultimi anni sono stati invitati dai rispettivi atenei a seguire alcuni corsi didattici come piacere perchè non vengono ne pagati ne i loro crediti riconosciuti!! e come tutti sanno ciò che fa curriculum per un ricercatore sono le pubblicazioni: ma come fa un ricercatore a pubblicare se passa tuttu l'anno a fare didattica senza che questa venga riconosciuta???? pensate voi: lavorare e non essere pagati. e questo perchè? perchè la riforma gelmini che tra l'altro sta per essere votata in questi giorni, ha tagliato i concorsi per diventare professore con la conseguente necessità degli atenei di chiedere questi favori ai ricercatori. voglio dire un'altra cosa: allo stato non gliene importa niente delle univsersità anzi, per tremonti sarebbe molto meglio che le università chiudessero. e vi voglio dire che chi comanda non è la gelmini (lei è stata messa li per presenza, chi veramente comanda è tremonti. in conclusione gli atenei che non avranno un numero minimo di prof non potranno far partire l'anno con conguente bancarotta, commissiariamento e chiusura!!!!!!!

spero di aver reso l'idea e il compito di noi studenti è quello di fare qualcosa ma non come gli anni scorsi con due o tre manifestazioni che non servono a un cavolo. quelli che ci rimettiamo siamo solo noi perchè i ricercatori possono andare all'estero!!!!

Denise
Torna all'inizio della Pagina

M111
Utente

Pleiadi

Prov.: Lucca
Città: Guamo


838 Messaggi

Inserito il - 08 maggio 2010 : 11:21:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di M111 Invia a M111 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
In linea di principio pure noi possiamo farlo.....
Io onestamente a Pisa non ho ancora sentito nulla....magari però son poco informato.

Sul fatto che la parola di Tremonti conti di più di quella della Gelmini mi pare lapalissiano....è lui che controlla il grano.....che poi lo controlli bene o male quello è parte dell'opinabile e soggetto a discussione.

In ogni caso pure io sono dalla parte di chi lavora senza aver riconoscimenti.
Torna all'inizio della Pagina

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 08 maggio 2010 : 12:39:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
be se ne sta semplicemente discutendo non c'è bisogno di farne una dramma prima del tempo! le lezioni iniziano a ottobre,un accordo sicuramente si farà....ma nella peggior delle ipotesi anche se si continuasse con lo sciopero una trattativa la devono fare...sarebbe una figura di m+++a a livello internazionale che la didattica si fermi
per adesso sono i soliti allarmismi dell'uni italiana
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 08 maggio 2010 : 15:21:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
ma che figura di ***** la vera figura di ***** l'Italia la fa già con il pessimo livello della didattica delle sue università (vedi università italiane fra le più prestigiose a livello mondialie? Io no) e con il vergognoso trattamento riservato alla figura del ricercatore
Sarebbe ora che TUTTI i borsisti dottorandi e ricercatori si ribellassero al dover fare altro, dalla diagnostica negli ospedali al galoppino dei professoroni..ma non succederà mai

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 08 maggio 2010 : 15:31:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
certo la fra non metto in dubbio ciò che dici tu!! però è un discorso a parte almeno una parvenza di atenei funzionanti la dobbiamo avere...
Torna all'inizio della Pagina

AndreaPicol
Nuovo Arrivato



14 Messaggi

Inserito il - 08 maggio 2010 : 23:18:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AndreaPicol Invia a AndreaPicol un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Borsisti e dottorandi nel mondo del lavoro non valgono nulla perchè non producono nulla di concreto, quindi uno sciopero non causerebbe scalpore tranne forse per i ricercatori che fanno didattica (escludendo da questo gruppo i professori che la sedia l'avranno comunque fino alla pensione). Con questoo voglio dire che è inutile pensare di fare qualcosa senza convincere tutta l'università.
L'università è come il patlamento: professori 'politici' di fazioni diverse che non vogliono distruggere la situazione attuale che a loro va bene.

Non sono completamente daccordo sullo scarso livello dell'università, perchè si devono distinguere due entità: Italia e resto del mondo.
In Italia una laurea non vale nulla (al massimo 800e al mese se non sei un raccomandato), invece all'estero siamo molto ricercati perchè spesso valiamo più di un laureato di un'importante università americana.
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2010 : 10:54:10  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
Con rispetto parlando questo lo dici tu..
tralasciando le università ti assicuro che le IRCCS sono piene di borsisti di ricerca che fanno parzialmente o a tempo pieno diagnostica. Anche perchè è il modo piu pratico per avere personale qualificato a cui non pagare i contributi, dato che come ben sai per una posizione decente nel SSN o sei tecnico di lab o devi farti la trafila laurea/esame di stato/specializzazione.
Non direi che una laurea in Italia valga 800 euro ok si laureano cani e porci ma dove è richiesta la competenza un minimo di merito viene ancora riconosciuto, sicuramente all'estero viene riconosciuto anche meglio Per il resto non vi è traccia di alcuna università italiana tra le prime..cento?? dei vari ranking e nemmeno più sotto brilliamo, con qualche eccezione (soliti noti, Politecnico di Milano..Bocconi..). Sì c'è gente in gamba in Italia e all'estero viene apprezzata, è un dato di fatto, ma questo non dipende dall'università italiana..
Che poi alle varie caste, da quella politica a quella dei baroni non gliene possa fregar di di meno della situazione università e ricercatori siamo tutti d'accordo

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2010 : 11:05:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Anche io concordo che il livello dei laureati italiani è in media più alto di quello dei laureati all'estero.

I rankings non sono basati solo sulla didattica e sono biased verso Paesi dove si parla inglese perchè spesso tra i criteri considerano il numero di studenti stranieri.
E' quello che c'è DOPO la didattica che non funziona...


Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2010 : 13:11:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
eh no...personalmente e per esperienza personale e di altri amici in altre facoltà posso tranquillamente affermare che anche la didattica lascia il tempo che trova,questo non è in generale ovviamente ma è sufficiente per contestarla....
cosi' proprio nello schifo di certi corsi,senza esercitazioni ,senza dei buoni testi consigliati ...ci si laurea in italia,anche se gli abbondoni sono maggiori che all' estero,sicuramente abbiamo un punto in più..
concordo con la fra che è merito degli studenti più che dei prof
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2010 : 13:41:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Beh, forse ora con il nuovo ordinamento le cose sono cambiate, non so.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

biotool
Nuovo Arrivato



97 Messaggi

Inserito il - 01 febbraio 2011 : 21:45:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di biotool Invia a biotool un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti!

Una delle cose che non mi è chiara della riforma gelmini riguarda la situazione dei borsisti (grazie ai quali vi è ricerca pubblica in italia, oserei dire): finita la borsa non è più possibile il rinnovo a partire da questo anno? rimangono senza lavoro visto che i concorsi non ci sono?

non vorrei aprire polemiche, è giusto per capire...

vi giro questo testo come riferimento:

ACCESSO PER I GIOVANI STUDIOSI - Revisione e semplificazione della struttura stipendiale del personale accademico per eliminare le penalizzazioni a danno dei docenti più giovani; revisione degli assegni di ricerca per introdurre maggiori tutele, con aumento degli importi; abolizione delle borse post-dottorali, sottopagate e senza diritti; nuova normativa sulla docenza a contratto, con abolizione della possibilità di docenza gratuita se non per figure professionali di alto livello

fonte: http://www.libero-news.it/news/542652/Riforma_Gelmini__ecco_i_punti_principali.html

Torna all'inizio della Pagina

Caivs.Ivlivs
Utente Junior

Città: Brescia


302 Messaggi

Inserito il - 02 febbraio 2011 : 16:46:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caivs.Ivlivs Invia a Caivs.Ivlivs un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da biotool

Ciao a tutti!

Una delle cose che non mi è chiara della riforma gelmini riguarda la situazione dei borsisti (grazie ai quali vi è ricerca pubblica in italia, oserei dire): finita la borsa non è più possibile il rinnovo a partire da questo anno? rimangono senza lavoro visto che i concorsi non ci sono?

non vorrei aprire polemiche, è giusto per capire...

vi giro questo testo come riferimento:

ACCESSO PER I GIOVANI STUDIOSI - Revisione e semplificazione della struttura stipendiale del personale accademico per eliminare le penalizzazioni a danno dei docenti più giovani; revisione degli assegni di ricerca per introdurre maggiori tutele, con aumento degli importi; abolizione delle borse post-dottorali, sottopagate e senza diritti; nuova normativa sulla docenza a contratto, con abolizione della possibilità di docenza gratuita se non per figure professionali di alto livello

fonte: http://www.libero-news.it/news/542652/Riforma_Gelmini__ecco_i_punti_principali.html





Scusate se mi permetto di intervenire, ma io c'è un punto fondamentale che non capisco. I ricercatori si lamentano per questa riforma, ma non dovrebbe andare a loro vantaggio? Oggi molti di essi vengono impiegati per fare lezione gratuita nelle università, mentre la riforma afferma, appunto: "nuova normativa sulla docenza a contratto, con abolizione della possibilità di docenza gratuita se non per figure professionali di alto livello "
Qualcuno può chiarire cosa possono effettivamente perdere i ricercatori, con questa riforma? Grazie.
Torna all'inizio della Pagina

Daria85
Utente

aplisia



678 Messaggi

Inserito il - 02 febbraio 2011 : 17:07:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Daria85 Invia a Daria85 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la possibilità di dedicarsi alla ricerca!
se pensi ke praticamente il ricercatore come figura a tempo indeterm nn esisterà +, ma potrà sopravv solo come prof, quindi tenuto a far lezione!
ma sai, nn è detto che per tutti sia il naturale evolversi della carriera!
io personalmente vorrei lavorare in lab e dedicarmi alla ricerca, non insegnare!

in poche parole, questa riforma omologa tutti in una sola figura, senza dare la possibilità di seguire la prorpie inclinazioni naturali ( docenza o lavoro in lab).
Torna all'inizio della Pagina

Caivs.Ivlivs
Utente Junior

Città: Brescia


302 Messaggi

Inserito il - 02 febbraio 2011 : 22:33:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caivs.Ivlivs Invia a Caivs.Ivlivs un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Daria85

la possibilità di dedicarsi alla ricerca!
se pensi ke praticamente il ricercatore come figura a tempo indeterm nn esisterà +, ma potrà sopravv solo come prof, quindi tenuto a far lezione!
ma sai, nn è detto che per tutti sia il naturale evolversi della carriera!
io personalmente vorrei lavorare in lab e dedicarmi alla ricerca, non insegnare!

in poche parole, questa riforma omologa tutti in una sola figura, senza dare la possibilità di seguire la prorpie inclinazioni naturali ( docenza o lavoro in lab).



Scusa ma ne sei certa al cento percento? Perché a me sembra un po' impossibile che si voglia CANCELLARE la figura professionale del ricercatore. Che senso avrebbe? Non può essere che si sia malinterpretato il testo della riforma? Da quello che dici, per un ricercatore, se vorrà fare ricerca - correggimi se sbaglio -, sarà necessario dedicarsi anche all'insegnamento. In sostanza, la situazione cambierà ben poco rispetto all'oggi, visto che comunque, da quel che mi è stato precedentemente detto (anche da te), i ricercatori si dedicano alla ricerca a all'isegnamento gratuito. Con la riforma, i ricercatori potranno dedicarsi alla ricerca e all'insegnamento, stavolta pagato.
Altrimenti non capisco come sia possibile che i rettori di tantissime università (compresa la mia) siano in perfetto accordo con la svolta intrapresa dall'università grazie al decreto Gelmini.
Se vuoi/volete chiarirmi in modo un po' più approfondito mi fate un favore, visto che io non è che ne capisca molto. Io vado più che altro a logica, poi nel concreto non so come stiano le cose.
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6924 Messaggi

Inserito il - 02 febbraio 2011 : 22:49:37  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Caivs.Ivlivs

Che senso avrebbe?



Ecco, fondamentalmente è questa la domanda che si fanno non i ricercatori attuali, che sono stati assunti a tempo indeterminato, ma quelli che verranno assunti da ora in poi, che vedranno il tempo indeterminato sparire e con esso la possibilità di fare solo ricerca, come molti vorrebbero, senza insegnare.

In due parole: il tempo indeterminato in uni vivrà solo per associati e ordinari, i ricercatori sì, non dovranno più far lezione, ma allo stesso tempo avranno contratti di 3 anni, due volte al massimo, poi O diventi associato O ciao.

I rettori sono già a tempo indeterminato, e i loro parenti sicuramente lo saranno (no, non nello stesso ateneo, ci mancherebbe: la riforma impedisce di assumere parenti. Vorrà dire che il rettore dell'uni di Canicattì chiamerà il rettore di Boggibonsi e gli chiederà di assumere i propri parenti o amici, in cambio dello stesso favore).

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 02 febbraio 2011 : 23:57:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
Il problema non è nemmeno che proibiscono di assumere parenti di un docente dello stesso ateneo ma dello stesso DIPARTIMENTO...come dire che se sono professorone a fisiologia non basti una telefonata al mio amico prof del dipartimento a fianco per far prendere lì mio nipote...quanta demagogia...

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

biotool
Nuovo Arrivato



97 Messaggi

Inserito il - 03 febbraio 2011 : 11:06:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di biotool Invia a biotool un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
nessuno sa rispondere alla mia domanda?
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina