Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Varie
 Università, Orientamento, Lavoro
 Info su PhD
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Università e Lavoro: Siti di Università - enti di ricerca e Lavoro Ultime notizie

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

Glucosio
Nuovo Arrivato



18 Messaggi

Inserito il - 06 agosto 2014 : 11:54:58  Mostra Profilo Invia a Glucosio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E' possibile accedere ad un Dottorato di ricerca sia all'estero che in Italia, partendo da una qualsiasi laurea scientifica?

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 06 agosto 2014 : 14:23:19  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non so come funziona all'estero, ma qui il PhD è un contratto di lavoro che riguarda qualunque laureato. Anche chi fa l'avvocato può avere un PhD in un qualche indirizzo del diritto, per dire.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

Glucosio
Nuovo Arrivato



18 Messaggi

Inserito il - 07 agosto 2014 : 16:38:06  Mostra Profilo Invia a Glucosio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Capito Giuliano 652, ma quello che vorrei sapere è se il PhD in X cerca un laureato in X piuttosto che Y o Z.
Inoltre vorrei fare delle domande a chi lavora nella Ricerca:
- Durante la carriera di ricercatore si passa da un dottorato ad un altro anche diversi? Cioè nel corso della propria carriera si può seguire un solo tipo di ricerca e non passare da un dottorato ad un altro completamente diversi?
- Quando dura in media un contratto? E all'estero si passa facilmente tra un progetto e l'altro?
- Può capitare che dopo una carriera di ricercatore all'estero, si arrivi, che so, a 40 anni senza poter entrare in nessun'altra equipe e quindi finire nella disoccupazione?
- E' possibile trovare lavoro come ricercatore all'estero anche se durante il percorso universitario non si è fatta alcuna pubblicazione, almeno all'inizi si intende altrimenti credo che diventi difficile.
- La carriera di ricercatore culmina con l'insegnamento all'università? Si continua in tal a stare anche in laboratorio?

Mi trovo nell'estate delle scelte universitarie e avrei dei dubbi, spero che mi aiuterete a scioglierne qualcuno. Grazie :)
Torna all'inizio della Pagina

GFPina
Moderatore

GFPina

Città: Milano


8398 Messaggi

Inserito il - 07 agosto 2014 : 17:54:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di GFPina  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di GFPina Invia a GFPina un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Glucosio

Capito Giuliano 652, ma quello che vorrei sapere è se il PhD in X cerca un laureato in X piuttosto che Y o Z.

dovresti leggere cosa c'è scritto nel bando!
Citazione:
- Durante la carriera di ricercatore si passa da un dottorato ad un altro anche diversi? Cioè nel corso della propria carriera si può seguire un solo tipo di ricerca e non passare da un dottorato ad un altro completamente diversi?

Una volta che sei iscritto ad un dottorato continui con quello, non è che puoi saltare da uno all'altro! E' comunque un corso Universitario (post-laurea ovviamente) non è che ad un certo punto quando pare a te passi ad un altro. Puoi finire un dottorato in una cosa e poi iniziarne un altro, ma la cosa non ha senso, in genere uno va avanti con la carriera, non ripete gli stessi step più volte. E' come se tu facessi il Liceo Scientifico e poi dopo la Maturità di iscrivessi al liceo Classico.
Certo se invece hai usato la parola "dottorato" a sproposito e intendi "tipo di ricerca", allora in quel caso sì puoi passare da un campo all'altro. Anche se in genere uno una volta che intraprende una strada la segue perchè man mano si specializza sempre di più in quel campo. Ma nessuno ti vieta di cambiare.

Citazione:
- Quando dura in media un contratto?

Dipende dal contratto!
ad es. il dottorato in Italia sono 3 anni
Citazione:
E all'estero si passa facilmente tra un progetto e l'altro?

sì più o meno come in Italia, il tutto sta ne trovare il posto dove lavorare su quel progetto. Poi in realtà uno si occupa in genere di più progetti, finito uno ne inizia un altro e spesso si seguono più progetti contemporaneamente.


Citazione:
- Può capitare che dopo una carriera di ricercatore all'estero, si arrivi, che so, a 40 anni senza poter entrare in nessun'altra equipe e quindi finire nella disoccupazione?

Sì certo può capitare! Il futuro è sempre incerto!

Citazione:
- E' possibile trovare lavoro come ricercatore all'estero anche se durante il percorso universitario non si è fatta alcuna pubblicazione, almeno all'inizi si intende altrimenti credo che diventi difficile.

Beh con solo la laurea in genere è difficile avere pubblicazioni, ma a fare il dottorato ti prendono lo stesso. Ovviamente man mano che vai avanti con la carriera le pubblicazioni sono sempre più importanti.

Citazione:
- La carriera di ricercatore culmina con l'insegnamento all'università?

In Italia purtroppo sì! Se lavori in Università! Una volta esisteva il ruolo di "Ricercatore a tempo indeterminato" ora la nostra cara Gelmini ha pensato bene di togliere tale figura! Ora se diventi "Ricercatore" dopo qualche anno devi necessariamente diventare Professore, altrimenti sei fuori dall'Università.
La carriera Universitaria è più o meno questa:
Laurea magistrale --> Dottorato --> Post-Doc (assegno di ricerca) --> Ricercatore a Tempo determinato (tipo A e tipo B) --> Professore Associato ( ed eventualmente --> Professore Ordinario)
Se fai ricerca fuori dall'Università (ad es. al CNR o nel privato) puoi invece continuare a fare il ricercatore.

Citazione:
-Si continua in tal a stare anche in laboratorio?

Sì... se trovi il tempo!!!
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 07 agosto 2014 : 17:59:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
quello che vorrei sapere è se il PhD in X cerca un laureato in X piuttosto che Y o Z.


No, una laurea vale l'altra. Ovviamente se con una laurea in filosofia cerchi un dottorato in fisica quantistica magari fai fatica, però tra biologia/biotecnologie/farmacia/CTF/scienze ambientali/medicina/roba vagamente correlata alla biologia non c'è differenza alcuna.

Citazione:
Durante la carriera di ricercatore si passa da un dottorato ad un altro anche diversi? Cioè nel corso della propria carriera si può seguire un solo tipo di ricerca e non passare da un dottorato ad un altro completamente diversi?


In generale nella tua carriera fai un solo dottorato, e ti basta e avanza. Una volta finito il dottorato (3-5 anni) normalmente cerchi una posizione più indipendente (es. postdoc) e poi magari cerchi di diventare ricercatore cone la tua propria linea di ricerca.
Quello che fai nel dottorato può essere diverso da quello che fai dopo, anche se molto spesso più vai avanti più ti specializzi su un certo argomento (ma conosco eccezioni).

Citazione:
Quando dura in media un contratto?

2-3 anni, se sei fortunato 5.

Citazione:
E all'estero si passa facilmente tra un progetto e l'altro?

Dipende dal Paese ovviamente. In generale è facile stare meglio che in Italia, ma ovviamente dovunque tu vada ci devi mettere dell'impegno...

Citazione:
Può capitare che dopo una carriera di ricercatore all'estero, si arrivi, che so, a 40 anni senza poter entrare in nessun'altra equipe e quindi finire nella disoccupazione?

Dipende dal Paese, ma può capitare.

Citazione:
E' possibile trovare lavoro come ricercatore all'estero anche se durante il percorso universitario non si è fatta alcuna pubblicazione, almeno all'inizi si intende altrimenti credo che diventi difficile.

Da neolaureato nessuno si aspetta che tu abbia delle pubblicazioni. Dopo il PhD avere una o due pubblicazioni (o di più, dipende dal campo) è in generale cosa buona. Dopodichè se non pubblichi ti mostrano (giustamente) la porta.

Citazione:
La carriera di ricercatore culmina con l'insegnamento all'università? Si continua in tal a stare anche in laboratorio?

Non necessariamente. Se fai ricerca in università è molto facile che ti sia richiesto di insegnare. Se fai ricerca in un centro di ricerca allora non hai obblighi di insegnamento (anche se puoi decidere comunque di insegnare). Che tu riesca a fare le due cose insieme e bene dipende. C'è chi ce la fa e chi no. In media direi che se decidi di insegnare il tempo per stare in laboratorio diminuisce. Ricorda però che anche se sei research-only, più vai avanti e meno stai in laboratorio (perchè ti starai occupando di burocrazia o di trovare soldi etc.)

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Spring
Nuovo Arrivato



1 Messaggi

Inserito il - 19 agosto 2014 : 19:41:05  Mostra Profilo Invia a Spring un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti, anche io sono interessato a delle informazioni sul PhD. Sono al secondo anno di Biotech e mi chiedo quanto è difficile ottenere un dottorato di ricerca all'estero? Quante sono le persone che dopo i due anni di magistrale decidono di andare all'estero? Conoscete qualche statistica?
Grazie
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina